Vai alla barra degli strumenti

Filippo Saporito ha riaperto la sua “Leggenda dei Frati” a Firenze

Ombretta Giovannini nella cucina de “la Leggenda dei Frati”, ristorante stellato a Firenze, la si vede di meno ma la sua presenza c’è tutta, pronta a condividere con il compagno di vita e di cucina, Filippo Saporito, tutti i momenti di un percorso intenso e variegato. Quelli belli come l’elezione recente avvenuta nel novembre scorso quando la compagine italiana della JRE, l’associazione che raccoglie i più giovani e rappresentativi chef dell’alta gastronomia d’Europa, in occasione dell’annuale assemblea dei soci, ha scelto il suo nuovo presidente in Filippo Saporito, già Responsabile Europa, che è subentrato a Luca Marchini. Nemmeno il tempo di aprire il nuovo corso che l’alta enogastronomia di tutto il mondo si è trovata ad affrontare la più grande crisi di cui si abbia memoria. Con ristoranti chiusi ed il blocco totale della circolazione per fronteggiare l’azione pandemica di un virus che ci ha cambiato la vita.

Lo chef di origini siciliane che alla Toscana è legato dalla nascita per storia e vissuto, si è trovato, assieme ad Ombretta, alla sua brigata, alla sua famiglia a vivere momenti assai difficili in questi ultimi mesi come, del resto, tanti sui colleghi in tante parti d’Italia ed altrove. Ora però, nonostante siano molti in Italia i ristoranti stellati che hanno deciso di non riaprire ancora, nella splendida villa Bardini a Firenze, dove ha sede il ristorante di Filippo Saporito ed Ombretta Giovannini, “la Leggenda dei Frati” è tempo di accettare una nuova sfida, di riaprire grazie anche agli spazi esterni della terrazza che offre il panorama fantastico della città gigliata.

Dall’altra parte del telefono, Filippo Saporito vuole far passare tutta la sua rinnovata energia che, proverbiale, si staglia da molte sfumature del suo carattere. Gli chiediamo dei momenti più difficili che ci siamo lasciati alle spalle. Delle difficoltà che la cucina italiana deve affrontare in questa fase post/covid. Del lavoro che anche all’interno dell’Associazione JRE dovrà prendere forma per aiutare tutti a ripartire. Gli chiediamo dell’aria che tira a Firenze in questi primi giorni di giugno con i turisti che in tanti mancano ancora all’appello.

«Diciamo che proviamo a vestirci di buon umore. Spesso e volentieri anche gli altri mi chiedono di essere ottimista. Abbiamo riaperto il 5. Noi siamo abbastanza fortunati grazie agli spazi delle terrazza di villa Bardini che da su Firenze. Abbiamo le carte in regola per sfruttare tutte le nostre potenzialità. Beh… l’aria che si respira a Firenze è da post-covid. La città, in tempi normali, di questi giorni, era colma di turisti. Oggi non è così. Attorno ai ristoranti gira un mondo e questo mondo è stato ed è ancora fermo. Il taxi, l’agenzia di viaggi, il fornitore di carni e tanti altri erano e sono tutti in un sistema. Tuttavia, io mi sento di essere ottimista. Sono sicuro che noi ce la faremo e supereremo tutte le difficoltà. Il fatto che ci sia stato un evento che ha riguardato tutti, in ogni parte del mondo, può paradossalmente farci pensare che ne usciremo assieme. Come presidente dell’Associazione JRE ho messo impegno massimo per mettere tutti nelle condizioni di riprendere. La ripresa, a mio avviso, assomiglierà alla fase acuta del virus. Nei mesi scorsi chi aveva già problemi regressi ci ha lasciato la vita. Anche per i ristoranti che riprendono sarà uguale. Chi aveva problemi già prima non riuscirà a riprendersi del tutto. Chi andava forte prima invece supererà le difficoltà. Purtroppo sarà così. Speriamo di essere dalla parte giusta».

Così, dal 5 giugno, con un cielo insolitamente messo a grigio e pioggia, i luoghi de “La Leggenda dei Frati” hanno riaperto. Anche la natura offre metafore. Che dopo la pioggia del giorno in cui si è riaperti torna il sole e il cielo sereno sopra Firenze e sopra villa Bardini con gli spazi all’aperto del ristorante di Filippo Saporito che ci parla anche di cucina e ricette in occasione di questa riapertura con così tanti simboli che l’accompagnano. «Sempre più strategica – ci dice lo chef Filippo Saporitosoprattutto nell’era post-covid, sarà la costruzione di un manuale con i valori identitari del ristorante “La Leggenda dei Frati”, nel quale è riassunta la cultura di accoglienza del locale attraverso cui riuscire a far vivere un’esperienza unica al pubblico». Ci parla del fatto che proprio in questi giorni, con la Designer della comunicazione Ilaria Legato, lo chef Filippo Saporito abbia condotto diversi workshop online di “pensiero creativo”, webinar in cui si è cercato di allineare il personale di sala e di cucina sul tema della rinnovata accoglienza  che metta al centro il cliente più lontano solo fisicamente che deve tornare ad essere “l’Ospite” nel senso latino di “sacro agli Dei”. Dal 5 giugno in sala e cucina, c’è già la stessa passione e l’entusiasmo che ha guidato in questi anni Filippo Saporito e tutti coloro che sono ne “La Leggenda dei Frati” all’accoglienza. Ora, tutte le volte che si potrà, sarà ancora più forte e vissuto di prima.

Per info e prenotazioni:

La Leggenda dei Frati a Villa Bardini
Costa San Giorgio 6/A – Firenze
Tel: +39 055 0680545
E-mail: info@laleggendadeifrati.it

Orari:
PRANZO: 12:30 – 14:00
dal Giovedì alla Domenica (Mercoledì su prenotazione)
CENA: 19:30 – 22:00
dal Martedì alla Domenica
CHIUSO:
Lunedì pranzo e cena e Martedì pranzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *