Con le sue 56 classi, i suoi 1500 alunni, il suo corso serale, i tre indirizzi di cucina, ricevimento e sala, la sua storia che quota mezzo secolo, l’Alberghiero “Luigi de’ Medici” di Ottaviano in provincia di Napoli è la prima tappa del “Viaggio tra gli Istituti Alberghieri d’Italia” di grandichef.com che il giornalista e scrittore Francesco De Rosa ha iniziato in giro per il bel Paese. Ad Ottaviano un pool guida le sorti dell’Istituto a partire dal dirigente scolastico Vincenzo Falco con i suoi collaboratori, i docenti Antonio Nunziata, Antonella De Francesco, Raffaele Ambrosio e tanti altri che hanno fatto e fanno la storia di questa scuola così come la raccontano nella prima puntata delle tappe tra Alberghieri. Un corpo docente e la folta squadra del personale tecnico ed Ata contribuiscono ogni giorno a passare entusiasmi, informazioni, supporto, formazione e tanti altri scrigni di saperi necessari ai giovani studenti i quali, sin dai primi anni del corso, potranno vivere le tante esperienze di lavoro in giro per il mondo.

Sopra alcune immagini storiche dell’Alberghiero de’ Medici di Ottaviano (Napoli)

Nato da un rivolo del “Cavalcanti” di Napoli, altro Alberghiero di riferimento del napoletano, il “de’ Medici” persegue l’obiettivo di mettere al centro dei propri percorsi il successo formativo dei suoi alunni. Con un occhio a chi sin dal principio si impegnò per fare di questo Alberghiero un punto di riferimento. Da uno dei presidi che qui più si ricorda, Capotorto, a chef che furono docenti ispirati e che lasciarono tracce fino ad ex alunni che oggi sono diventati essi stessi chef stellati testimoniando, nel concreto, il livello di eccellenza che il “de’ Medici” ha raggiunto negli anni.

Sede di convegni, iniziative culturali, connubi con il mondo dell’impresa, il “de’ Medici” diventa anche uno dei primi Alberghieri che arriva ufficialmente sul portale www.grandichef.com che pure racconta da un po’ di anni i luoghi dell’alta enograstronomia d’Italia e annovera al suo interno un gruppo di ben 50 chef stellati italiani sparsi in ogni parte della penisola per raccontare anche il connubio con il territorio.

LA PUNTATA DEL “VIAGGIO TRA GLI ALBERGHIERI D’ITALIA” DEDICATA AL “DE’ MEDICI” DI OTTAVIANO (NAPOLI)