Marc Lanteri e un viaggio nel cuore delle Langhe crocevia di meraviglie e di gusti

Da quasi cinque anni a Grinzane Cavour, nelle Langhe del cuneese, negli spazi dello splendido scenario del castello che fu vissuto ed abitato da Cavour, c’è un ristorante reso “stellato” da Marc Lanteri e da sua moglie Amy Bellotti. Sono loro i protagonisti di questo docufilm, per la prima videoteca dei grandi chef italiani che grandichef.com sta realizzando in giro per la penisola, a raccontarsi e mostrare i luoghi fantastici del castello di Cavour e le meraviglie della cucina che trova sintesi perfette tra crocevia di mondi e gusti differenti. Si tratta soprattutto, come Marc Lanteri stesso racconta, di una cucina di territorio che può vantare due dei prodotti più noti e pregiati di cui l’Italia può vantarsi: il barolo e il tartufo di Alba che dista solo pochi passi da qui. Nato nel 1968 a Tenda, un piccolo paesino poco oltre il confine del Piemonte, nel versante Francese della Valle Roya, dove vivono profondamente le radicate origini italiane, Marc Lanteri è da diversi anni tra di stellati della cucina italiana. Il suo cammino culinario – come racconta una sua nota biografica ufficiale – viene determinato dall’infanzia, grazie ad una madre preziosa depositaria dei segreti della cucina tradizionale e da un padre, sapiente cultore della genuitità dei prodotti di un territorio ricco e generoso di primizie.

Rivelatosi alla Scuola Alberghiera di Mentone, Marc inizia un intenso percorso formativo affiancando alcuni tra i più grandi interpreti della cucina contemporanea quali Alain Ducasse, Christian Morisset, Michel Rostang, Enzo Santin, Annie Feolde, e Paolo Teverini, che tracceranno in lui e nel suo stile, delle profonde linee guida. Da ognuno di loro Marc apprenderà con umiltà e determinazione l’arte della grande cucina ed avrà occasione di vivere sul campo delle esperienze uniche, che ne determineranno la sua impronta ed il suo stile. Ancora oggi lo Chef Lanteri persegue i suoi obiettivi con la sua indole di instancabile ricercatore del gusto, della tipicità e dell’eccellenza, che hanno portato il suo stile ad un’armonia eccelsa e dinamica di sapori espressi nel pieno rispetto di questo territorio. Nel 2004 con la brigata del ristorante “Delle Antiche Contrade” nella città di Cuneo, gli viene assegnato il prestigioso riconoscimento ed entra a far parte della Guida Rossa degli Chef Stellati Michelin. Successivamente inaugura il Baluardo, il suo primo ristorante nella città di Mondovì, che porta avanti con determinazione e successo fino al presentarsi di una occasione unica e nel 2015 Marc Lanteri inaugura un nuovo capitolo nell’incantevole location del Castello di Grinzane di Cavour, dimora storica del Conte Benso di Cavour e ormai da anni al centro del panorama internazionale quale sede dell’Asta Mondiale del tartufo Bianco d’Alba.

Le telecamere di grandichef.com sono entrate nei suoi luoghi e, per mano del giornalista Francesco De Rosa che ne ha curato anche la regia, hanno potuto realizzare il docufilm monografico dedicato ad uno degli chef di frontiera che coniuga lo stile francese e quello italiano come pochi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti