Il “segreto” di Iside De Cesare, la chef stellata da dieci anni

Romana d’origine dell’anno 1973, Iside De Cesare era fino a 19 anni una studentessa universitaria modello presso la facoltà di ingegneria. Fino al giorno in cui, per caso, decide di andare ad aiutare nella cucina del ristorante, aperto da poco, della sorella. Nasce così, per caso, la carriera di una delle giovani chef più brillanti della cucina italiana. Quando, in quella cucina nel ristorante della sorella, appena diciannovenne, comprende che si stava aprendo un mondo davanti a sé come lei stessa ricorda. E da lì compie i passi necessari. Una scuola di cucina ma soprattutto le esperienze fondamentali con alcuni maestri della ristorazione capitolina: Agata e Romeo, la Pergola di Hans Beck all’Hilton e, appena fuori porta, la cucina di Salvatore Tassa alle Colline Ciociare per comprendere davvero la buona cucina di territorio. Poi arrivano gli anni cruciali de la Frasca di Castrocaro Terme, lì dove si dedica alla pasticciera e dove conosce Romano Gordini, un ragazzo che diventerà suo marito e socio e che arriva dalle esperienze nelle cucine di Gualtiero Marchesi all’Erbusco, il Rigoletto a Reggilo e in Svizzera.

Non a caso, qualche settimana fa, è arrivata per Iside De Cesare la copia esclusiva riservata e personalizzata per i dieci anni trascorsi dall’arrivo della stella Michelin. Un riconoscimento che la guida rossa riserva agli anniversari che contano i decenni della stella Michelin. Eclettica, vivace, mite ed affabile nel carattere, abile ad intrattenere numerose relazioni umane, vocata alla migliore delle accoglienze, a gestire, con il marito e socio Romano Gordini, una famiglia, il ristorante ed un’azienda che offre, lì dove hanno deciso di stare, a Trevinano Acquapendente in alto Lazio, anche accoglienza e pernottamento, oltre a percorsi degustativi di grande qualità sotto l’insegna de “la Parolina” come decise, assieme a Romano Gordini, di chiamare il loro ristorante. Un crocevia posto ai confini di tre regioni, Lazio, Toscana ed Umbria, che raccoglie per vocazione le cose migliori di uno dei territori più belli d’Italia. Là dove arriveremo a breve e dove farà tappa il viaggio di grandichef.com che abbiamo deciso di chiamare “i cibi raccontano”. Assieme ad Iside Cesare ci sarà un altro grande chef della cucina italiana, il nostro Filippo Saporito del quale abbiamo raccontato, con un docufilm per la nostra videoteca dei grandi italiani, a tutto tondo la sua vita e il suo percorso professionale che lo ha portato a villa Bardini a Firenze dove “la Leggenda dei Frati” è un luogo incantevole che guarda Firenze dall’alto come mai prima e offre una cucina di grande qualità.

Arriveremo a Trevinano con Filippo Saporito e i Fornitori Eccellenti di grandichef.com per capire anche quale “segreto” anima il successo ed i consensi che sta raccogliendo Iside De Cesare, capace di coniugare le sue migliori qualità umane e professionali, un ottimo modo di fare enogastronomia, la capacità di programmare esperienze, menù, piatti e portate, viaggi in giro per il mondo per promuovere la migliore cucina italiana ed iniziative che fanno di lei una delle giovani chef più brillanti che abbiamo oggi in Italia. Capace di cimentarsi in televisione con grande abilità e in manifestazioni di prestigio senza, per questo, mai lasciare al caso o ad assenze prolungate il suo ristorante di Trevinano Acquapendente. Appuntamento al prossimo evento di Trevinano del quale vi parleremo con molti più dettagli già nei prossimi giorni. Nel frattempo, un video realizzato dal Birrificio Poretti ci anticipa quel che pure vi racconteremo per immagini, foto, suoni e parole, anzi “paroline” in occasione del prossimo evento di grandichef.com da Iside De Cesare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti