Guido Ruocco, titolare dell’Azienda agricola omonima che, nel cuore del Cilento in Campania, ha fatto della tutela e della coltivazione dei fichi bianchi del Cilento una vera missione, è felice come un ragazzino tutte le volte che un progetto a cui aveva pensato già da qualche tempo prende forma e trova la luce. Questa volta a vedere la luce sono stati tre infusi dentro i quali l’Azienda agricola della famiglia Ruocco ha messo i suoi pregiati fichi munnati. Gli infusi allo cherry, al mirto e limoncello, con tre diverse storie di produzioni e di sapori, hanno accolto la tenerezza del fico munnato e dato sapore ad ogni sua piega in vasetti di vetro che consentono di vederne le forme, le sfumature, la bellezza anche estetica a cui la famiglia/azienda Ruocco ha voluto dare attenzione. E noi siamo lieti di parlarvene per primi.


I fichi munnati (come nell’antico vernacolo si coniuga il fico privo di quella sottile e tenera buccia verde quando è fresco che a toglierla è una vera missione realizzata qui a mano) sono una delle tipicità più pregiate della civiltà contadina cilentana. Così nei tre grandi ficheti che l’“Azienda agricola il Fico” possiede i mesi estivi sono quelli cruciali. Ma, nel frattempo, ci vuole cura tutto l’anno. Un percorso di pensieri che a farlo, ogni anno, vengono in mente buone e belle idee a Guido, a Paris, a Maurizio Ruocco. Ognuno di loro impegnato a dare il meglio in un settore dove pure c’è chi tenta furbate, scorciatoie. Tanto che la famiglia Ruocco è nota in tutto il cilentano per la battaglia che combatte all’insegna della qualità e della tracciabilità dei fichi che vende in molte parti del mondo. Un viaggio di qualità compiuto in sicurezza sapendo che ognuno dei fichi, confezionati e messi in mille modi, ha dentro di sé il sole e le radici del Cilento da cui ha preso vita e forma.

Ma in queste settimane la vera e bella novità, dopo tante altre che hanno accompagnato il lancio di nuovi prodotti pensati e messi sul mercato, negli scorsi anni, avendo al centro la cura e la valorizzazione del fico bianco del Cilento che qui è dop e dai Ruocco è anche rigorosamente biologico, ha tre sapori diversi che sono tali dopo l’incontro, dentro uno splendido vasetto di vetro, tra il fico munnato del Cilento e gli infusi al cherry, al mirto e al limoncello.

A Guido abbiamo chiesto in quale modo fosse approdato alla produzione di questi “nuovi” incontri tra il fico munnato e i tre infusi di cui si compone. «Nel mondo del fico – ci dice Guido Ruocco – ogni volta si ha la necessità di innovare di più pensando principalmente alle nuove tendenze gastronomiche che si possono cogliere nei costumi e nei gusti alimentari. L‘”Azienda agricola il Fico” leader nella produzione e nella commercializzazione del fico bianco del Cilento con marchio dop-biologico specialista nel fico munnato, questa volta, è lieta di presentare ai suoi clienti i Fichi munnati infusi in tre modi diversi. Allo cherry perchè questo liquore alla ciliegia ha incontrato il sapore ed il gusto del fico munnato cilentano. E noi abbiamo pensato di “coniugare” lo cherry, che pure è conosciuto in tutto il mondo, e, si dice, sia amato dalle donne per la sua delicatezza e per il suo profumo, ottimo al palato, bello da vedere, e anche facile da realizzare in casa, con il nostro fico munnato quasi fosse un incontro predestinato per quello che poi è venuto fuori. Sarà, siamo sicuri, una preziosa prelibatezza gastronomica per accompagnare una moltitudine di ricette e piatti».

L’altro “connubio riguarda l’infuso di mirto. Come dire un pezzo di Sardegna e di Cilento che si sono messi assieme. Liquore popolare, il mirto, in Sardegna e in Corsica, che si ottiene per macerazione alcolica delle bacche di mirto, misto di bacche e di foglie, pigmentate mature. Che diventa rosso per la colorazione che gli viene conferita dagli antociani delle bacche o bianco perché ottenuto dalla macerazione di bacche depigmentate. Il mirto che ha caratteristiche organolettiche di grande utilità per l’organismo umano e che assieme al fico munnato del Cilento prende sapore diverso e il fico anch’esso una diversa sfumatura.

Più vicino al Cilento e parte di quella stessa fantastica regione che è la Campania è avvenuto “il matrimonio” tra i fichi munnati e l’infuso di limoncello. Di quello tratto da quei limoni che sono l’anima della penisola sorrentina: gialli, grandi, succosi e pieni di vita. E sono dop come i fichi bianchi del Cilento. Una prelibatezza che potrete verificare solo provando davvero i fichi munnati dell’Azienda Ruocco e i tre infusi diversi dentro i quali quei fichi sono stati messi. Disponibili presso l’Azienda agricola Il Fico e, molto presto anche qui, nel negozio online di grandichef.com.

https://www.aziendaagricolailfico.net/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *